6 modelli di business che puoi usare su Patreon fin da subito

Se hai dato uno sguardo in giro e hai visto cosa fanno gli altri creator su Patreon, avrai notato quanti modi diversi ci sono per tenere in piedi un’attività di successo. Ogni creator ha il suo tratto distintivo che funziona. E tu? Qual è il tuo punto forte?

In questo articolo trovi una rapida panoramica dei principali tipi di creator attivi su Patreon. Leggerlo ti può aiutare a trovare la tua nicchia e a raccogliere qualche idea da mettere in pratica con il tuo progetto. Questo non vuol dire che devi autoassegnarti un’etichetta indelebile: hai totale libertà di sperimentare con più di un modello di business per trovare quello che funziona per te!

1. Coltiva la tua community

Ovvero: coltivala come una rigogliosa piantina, curandone personalmente l’accesso e la moderazione attraverso il modello community.

Ciò che tiene insieme una community è una passione o interesse verso tematiche comuni. Non devi avere per forza esperienza nel campo, l’importante è creare un luogo di scambio e interazione tra te e la community e tra i suoi stessi membri: tutti quanti uniti da una passione comune. Tu occupati soltanto di coltivarla come fosse una simpatica piantina.

Anche se non hai una laurea in materia con bacio accademico, i membri della community faranno riferimento a te in quando suo gestore: con il tempo poi, acquisirai molte conoscenze e potrai fregiarti del titolo di esperto.

Se invece ne sai abbastanza, ancora meglio: la tua esperienza porterà valore aggiunto alla community e arricchirà ulteriormente le interazioni al suo interno. Questo porterà a bordo nuovi membri. Questo modello funziona con molti esperti in svariati campi, come Irshad Karim e Martin Berkhan.

Irshad, studente di arte, ha deciso di condividere tutte le conoscenze apprese con lo studio che hanno dato forma alla sua carriera di artista. Nel corso del tempo ha generato una community subreddit completamente autonoma i cui utenti si aiutano l’uno con l’altro. Irshad è ancora attivo nella community, ma può dedicarsi pienamente ai suoi sostenitori.

L’accesso a una community è un riconoscimento molto apprezzato. Ad esempio, il primo benefit (assieme a molti altri) offerto da Martin Berkhan è l’accesso esclusivo alla sua community di fitness:

Sx: I membri della community di leangains interagiscono su Patreon. Dx: Un solo livello da 10 $ è la fonte di tutti i ricavi di leangain su Patreon. Include accesso alla community, Q&A con Martin, articoli formativi, and programmi di fitness.

Se insegnare non fa per te, puoi comunque gestire una community? Certamente sì! Molti creator presenti su Patreon creano canali privati su Facebook, Discord, forum, subreddit e molto altro. Avere una community crea un valore aggiunto per i tuoi sostenitori e ti semplifica la vita: i membri al suo interno si daranno supporto tra di loro spesso senza bisogno del tuo intervento.

2. Datti all’insegnamento

Ovvero: usa il modello di business cosiddetto “educational”, incentrato su educazione e insegnamento.

Training, tutorial, corsi online e molto altro: tutti vogliono imparare qualcosa. Puoi offrire lezioni di arte gratuite e aggiungere corsi “premium” a pagamento su argomenti più avanzati e specializzati. Oppure, puoi creare un tutorial ogni volta che scrivi una nuova canzone.

Prendi ad esempio la creator Lisa Clough Lachri: pubblica tutorial gratuiti di 5 minuti sul suo canale YouTube, per poi offrire tutorial da diverse ore ai suoi sostenitori da 4 $.

Anche se non ti occupi di insegnamento, puoi sempre creare contenuti istruttivi documentando la tua attività creativa di ogni giorno. Come fanno alcuni creator, che realizzano tutorial riservati ai sostenitori in cui sviscerano ogni aspetto del loro processo creativo. Se non vuoi esporti così tanto, limitati a postare liste, script, bozze e altri elementi facenti parte della tua attività creativa. Alcuni creator condividono template di Photoshop con i loro sostenitori invitandoli a lavorarci sopra.

Come integrare i contenuti educational nel tuo modello di abbonamento?

3. Crea contenuti riservati

Rob Swift di Swiftlessons. I sostenitori ottengono accesso a contenuti premium.

Ovvero: punta tutto sui contenuti. I contenuti riservati sono di tre tipi: la raccolta, i contenuti bonus e i contenuti premium.

La raccolta

Ovvero: una collezione dei tuoi vecchi lavori che puoi rendere disponibile ai tuoi fan a pagamento.

Se i tuoi contenuti sono degli evergreen (ad esempio, sono utili nel lungo termine, non solo per qualche mese) questo è un modello di business interessante. Alcuni creator rendono gratuiti i contenuti recenti e mettono quelli vecchi in una raccolta accessibile a pagamento.

Se al contrario il tuo lavoro ha più valore nell’immediato e lo perde con il passare del tempo, questa non è la strategia migliore. (In questo caso dovresti optare per la soluzione contraria.)

Prendi ad esempio Sylvie von Duuglas-Ittu, che produce documentari sulla Thai Boxe in Tailandia. Posta video gratuiti dei suoi incontri e allenamenti, ma rende disponibile i suoi documentari solo ai sostenitori su Patreon. Solo i suoi 15 video più recenti sono visibili a tutti.

Dato il valore storico ed educativo dei documentari sulla Thai Boxe girati da Sylvie, sono materiali perfetti per diventare contenuti riservati da inserire in una raccolta.

I contenuti bonus

Ovvero: contenuti extra a pagamento simili a quelli che produci normalmente.

In pratica, tutto quello che devi fare è produrre un contenuto aggiuntivo rispetto al solito. Ad esempio, un autore di podcast può produrre un episodio extra riservato ai suoi sostenitori da 5 $. Sia che tu produca video, articoli o corsi, ti basta farne uno in più. Se il tuo pubblico apprezza i tuoi contenuti gratuiti, potrebbero essere interessati a pagare per averne uno in più.

I contenuti premium

Ovvero: contenuti di qualità più alta o più approfonditi rispetto a quelli che produci normalmente.

In sostanza, questa è l’applicazione del cosiddetto modello “freemium”. Creare un contenuto di livello superiore rispetto agli altri, magari più lungo o più approfondito, e farlo pagare. Puoi anche inserire dei contenuti bonus che lo rendono ancora più appetibile.

Ad esempio, il creator Rob Swift insegna ai suoi fan a suonare la chitarra. Se sono disposti a pagare, beneficiano di lezioni più approfondite e di più materiali.

4. Punta alla relazione con i fan

Ovvero: con il modello relazioni con i fan, aumenta le interazioni, i benefit e i riconoscimenti nei loro confronti.

Una foto condivisa sull’account Instagram ufficiale dei Pentatonix. I Pentatonix sfruttano, in parte, un modello basato sulle relazioni con i fan su Patreon.

La relazione con i fan è un aspetto noto a tutti i creator. La ragione è semplice: se il tuo pubblico è grande abbastanza, avrai sicuramente dei fan appassionati che ti adorano e sono disposti a pagare per entrare nel tuo mondo, in cambio di un piccolo incentivo extra. Questo modello di business include tre tipi di ricompensa: riconoscimento, dietro le quinte e accesso privilegiato.

È nella natura umana desiderare il riconoscimento di una grande passione. È semplicemente questo che devi fare per accontentare i tuoi fan: puoi premiarli con un ringraziamento pubblico, inserire il loro nome nei crediti dei tuoi video, offrire dei badge e persino inviare merchandising brandizzato (in questo caso i fan pagano più per il riconoscimento in sé che per la maglietta o il cappellino con il tuo nome). Un esempio? Suede raccoglie oltre 3.000 $ al mese con i suoi video sugli anime grazie al riconoscimento che offre ai suoi fan.

I dietro le quinte sono un modo diverso di premiare i fan. Così come si seguono le proprie celebrità preferite su Instagram per “rubare” un pezzo della loro vita privata, i sostenitori su Patreon pagano per avere una finestra aperta sulla vita dei creator che amano. Alcuni dietro le quinte hanno uno scopo più informativo, mentre altri (come quelli creati con Patreon Lens) permettono ai fan di dare una sbirciata alla tua vita quotidiana.

In ultimo, i fan appassionati sono disposti a pagare per parlare con te. Può essere attraverso un hangout mensile, una sessione Q&A su Discord o anche una conversazione faccia a faccia per i sostenitori di livello alto. A volte anche solo la consapevolezza di essere considerato un fan “di livello superiore” può convincere un appassionato a diventare sostenitore.

Un esempio? I Pentatonix valorizzano i loro video da 10 $ e da 100 $ grazie al contatto con i fan:

I livelli da 10 $ e da 100 $ dei Pentatonix permettono ai fan di interagire di più con il gruppo.

Questo modello di business è perfetto per chi vuole puntare sulla passione dei fan.

5. Usa l’offerta libera

Ovvero: offri ai tuoi sostenitori quello che sono disposti a pagare.

Il modello di business pagamento offerta libera si avvicina di più all’idea classica di crowdfunding (anche se non è la stessa cosa), ma non ti impedisce di offrire ai tuoi fan contenuti di qualità. In sostanza, il modello basato sull’offerta libera implica che tutti ricevono gli stessi benefit a prescindere dal contributo versato.

Talvolta, può voler dire proporre ai tuoi sostenitori un solo livello di iscrizione. Loro versano quello che possono – o vogliono – permettersi. The Billfold, ad esempio, ha un sito che aiuta a risparmiare e a ripagare i propri debiti. Grazie ai suoi 432 sostenitori il creator guadagna oltre 2.000 $ al mese, pur offrendo un solo tipo di abbonamento.

Una variante più creativa consiste nell’offrire diversi livelli arricchiti da stuzzicanti descrizioni colorate. I benefit di ogni livello rimangono gli stessi, ma la sensazione di avere più scelta può invogliare gli aspiranti sostenitori.

Sx: Tim Urban di Wait But Why. Dx: Esempi di livelli di ricompensa dal Patreon di Wait But Why, che ha oltre 4.300 sostenitori.

A seconda della tua idea di business, deciderai quale modello basato sull’offerta libera mettere in piedi.

6. Vendi un prodotto o un servizio

Ovvero: un prodotto o servizio specifico in cambio di un contributo mensile.

Qui siamo più dalle parti di una più “classica” attività commerciale. Un po’ come fanno i fornitori di software chiedendo un abbonamento mensile in cambio dell’utilizzo del programma o della piattaforma. Offri il tuo tempo, o un prodotto concreto, in cambio di denaro.

Evan Bourcier, regista ed educatore, si basa su questo modello offrendo un abbonamento a 100 $ al mese. Il prezzo è più alto rispetto agli altri abbonamenti che offre perché richiede maggiore attenzione e competenze più avanzate.

Evan Bourcier del Super Secret Film Group offre consulenze tramite il suo livello da 100 $ al mese.

Oppure, prendi Patronizer, un tool che ti fornisce una lista di sostenitori da ringraziare nei crediti dei tuoi video. Più contribuisci all’app e più sostenitori puoi accreditare nei tuoi video. I creator più piccoli versano contributi inferiori mentre i creator di successo pagano di più in cambio di un utilizzo più avanzato del tool.

Se produci qualsiasi tipo di prodotto o servizio che puoi distribuire a cadenza mensile – che sia merchandising, un software o un’attività di consulenza – questo modello di business fa al caso tuo.

Ci siamo capiti? E ora, shakera, shakera come Shakira

Perdonaci, ci siamo fatti prendere. Era per spiegarti che in realtà pochi creator usano un solo modello di business per le loro pagine Patreon. Tra le combinazioni più usate vi sono:

  • Community + Educational
  • Educational + Contenuti riservati
  • Relazione con i fan + Contenuti riservati
  • Relazione con i fan + Community
  • Offerta libera + Community

Molti dei creator visti in precedenza si affidano a più modelli contemporaneamente. Leangains si basa su un mix di Community + Educational. Pentatonix usano una combinazione di Relazione con i fan + Contenuti riservati. Le due autrici di The Crime Junkie Podcast si affidano a Relazione con i fan + Contenuti riservati + Prodotto o servizio (tra i riconoscimenti aggiungono anche merchandising esclusivo).

Non c’è limite alle combinazioni che puoi usare fintanto che si adattano bene al tuo business. E ora tocca a te: con quale modello di business vuoi cominciare?

Che ne dici? Adesso ne sai abbastanza per creare il tuo piano di abbonamento partendo da uno di questi modelli. Iscriviti a Patreon.